Marco Pettinari

• Dove e quando sei nato?

Gallarate 8 maggio 1961

• Che lavoro fai?

…bella domanda!? Dopo aver fatto l’allenatore di Ginnastica Artistica, il professore a scuola…il bagnino…l’istruttore di sub di nuoto e di squash, l’imprenditore nel campo del fitness, ora una nuova svolta, mi dedico al settore immobiliare e sono nel consiglio di amministrazione di una grande azienda di produzione industriale.
Avendo un po’ più di tempo ho iniziato anche a dare una mano ad una onlus sempre nel campo sportivo. Penso che le persone più fortunate debbano dare agli altri, non importa cosa, tempo o mezzi; e non importa quanto, tutto deve essere dipendente da ciò che uno sente e da quanto uno può.

• Cosa ti piace del tuo lavoro? Quali sono, invece, le difficoltà che incontri quotidianamente?

Ho sempre fatto tutto con passione e con curiosità. Ho avuto la fortuna di poter cambiare, di poter rimettermi in gioco con nuove sfide sempre diverse. In pratica non mi sono mai annoiato!
Le difficoltà che ho incontrato ultimamente sono i rapporti con le persone; quello che era il valore aggiunto del mio lavoro, conoscere sempre tante persone nuove e confrontarmi con loro, nell’ultimo periodo è diventato sempre più difficile e faticoso. Ora fortunatamente non ho più tutte quelle piccole problematiche da risolvere ogni giorno che ultimamente mi pesavano.

• C’è una persona o un personaggio che, per te, è fonte di ispirazione? Se sì, perché?

Più di uno. Mio papà per la serenità con cui ha vissuto, mio suocero per la grande determinazione e le grandi capacità imprenditoriali e, non poteva mancare uno sportivo, Roger Federer il più grande campione di tutti i tempi. Doti infinite con una grandissima volontà in una testa da “svizzero”

• Cosa fai nel tempo libero? C’è qualcosa in particolare che ti aiuta ad alleviare lo stress?

Dedico tanto del mio tempo libero alla famiglia. Antonella, mia moglie è esuberante, intraprendente ed è bello condividere con lei tanti momenti. L’attività che mi impegna di più è essere Tifoso dei miei figli. Alice è una bravissima amazzone, pratica il salto ad ostacoli ed è arrivata a partecipare ai Gran Premi. Nikos è un canoista, nel Kayak velocità ha già vinto 10 titoli italiani ed è in nazionale Junior. Li seguo ovunque, è bellissimo e le soddisfazioni sono enormi. Ricordo le tensioni, le preoccupazioni e le responsabilità di quando ero allenatore, il bello di essere papà è quello di potersi gustare ogni momento senza grandi responsabilità! Oltre tutto sono 2 attività all’aperto e spesso in posti meravigliosi.
Mi diverto tantissimo quando gioco a squash sport che pratico 2 volte alla settimana. Qualche partita a calcetto si fa sempre volentieri, in porta. Unico lato negativo è giocare con i ragazzini che a fine partita vengono e mi dicono:” però belle parate!” …sottointeso: nonostante l’età!
Quando riesco vado a saltare con il paracadute, volare è sempre una delle sensazioni più forti e più belle.
Ho scoperto da poco che è divertentissimo anche andare a “volare” sul ventolone, l’Aero Gravity!

• Cosa ti ha spinto a dare vita alla Gym’s?

L’intuizione nel 1986 ( …caspita…il secolo scorso…) dello sviluppo che avrebbe avuto il Fitness.
Il guardare avanti. Le prime macchine cardio, gli step Stair Master dagli Stati Uniti, sono arrivati in Italia in una palestra di Milano e alla Gym’s!
La voglia di organizzare, di divertirmi e di stare con tante persone.
La volontà di trasformare una passione in un lavoro. Non mi è mai capitato di pensare di andare a lavorare. La Gym’s Life era un punto di ritrovo per tantissime persone, era più di una palestra. Grigliate, serate in discoteca, gite sulla neve, al mare… cosa si può volere di più dalla vita?

• Cos’è per te lo “Spirito Sportivo”?

Impegno, responsabilità, lealtà, volontà, squadra, allenamento, divertimento.
Gym’s Spirito Sportivo non è soltanto un marchio. Per me impegno e responsabilità sociale significa essere consapevoli del complesso rapporto tra attività fisica e stili di vita.
La lealtà verso i nostri clienti e la fiducia che essi ci riconoscono ogni giorno sono il nucleo forte della relazione che ci unisce da più di 30 anni.
Volontà: la tutela della salute e del benessere uniti al rispetto dell’ambiente sono al centro del nostro modo di operare.
La nostra squadra è vincente, lo ha dimostrato lo scorso anno quando davanti a un cambiamento difficile e importante si è unita e ha dimostrato che chi ha creduto nel progetto ha avuto grandi opportunità.
Lo Spirito deve essere sempre quello positivo, tutto si può fare divertendosi!

• Dove ti vedi tra 10 anni?

Forse la domanda più difficile. Per rispondere a queste domande ho ripercorso la mia vita, e posso dire che circa ogni 7 anni ho fatto dei cambiamenti radicali. L’ultimo lo scorso anno quando ho lasciato la gestione della Gym’s. 10 anni sono una eternità…vedremo

• Salutaci con una frase, un aforisma o una semplice parola che ti piace o ti rappresenta.

“Le persone da tenersi strette sono quelle che, nonostante trovino la porta aperta, bussano lo stesso.”
Se fossimo tutti così…